Come capire se l’amore è finito: fai attenzione a questi segnali

Ebbene, ci sono dei precisi segnali da non sottovalutare.

Ogni amore, si sa, prima o poi raggiunge una fase di stallo ed è importante capire quando è giunta la crisi nella coppia. A prima vista potrebbe sembrare alquanto difficile capire quando l’amore è finito.

Tuttavia, questa particolare fase delle relazioni di una coppia ha anche dei segnali alquanto evidenti. Tanto che prestando un po’ di attenzione ai “sintomi” di questo periodo è facilmente possibile accorgersi che c’è qualcosa che non va.

Come capire se l’amore è finito: i segnali a cui prestare attenzione

Innanzitutto occorre prestare attenzione all’aspetto prettamente sentimentale-ecologico del proprio partner. Una persona che non percepisce più la felicità del rapporto di coppia si sente immediatamente più rabbiosa e anche rancorosa. Non a caso, diventa molto più suscettibile ai vari stimoli esterni.

A questo si aggiunge l’insoddisfazione, che può essere evidente anche nel letto, nonché la frustrazione e la delusione. Per dirla brevemente, non si è più felici della relazione di coppia. Ci si accontenta, ma il sentimento di base, la felicità della relazione è assente.

E allora ecco che sopraggiunge una vasta gamma di problemi sentimentali della persona stessa. La cosa, però, può essere giustificata per entrambi e, in effetti, in una crisi di questo tipo s’iniziano a vedere di più i vari difetti del proprio partner.

Anche quelle questioni su cui entrambi avevano raggiunto un accordo o comunque la piena comprensione, diventano immediatamente… puntigliose. Sopraggiungono i litigi e le discussioni. Il velo negli occhi, la tipica incomprensione anche degli argomenti che a prima vista erano i più semplici, l’insoddisfazione.

Tutto questo fa presto capire che nella relazione è giunto un periodo fermo. Per giunta uno di quelli che bisogna superare conoscendone tutte le particolarità e le difficoltà: non è affatto facile.

Nei dialoghi tra le persone il cui amore è finito si può subito percepire una specie di banalità. Gli occhi non brillano più, la passione sembra terminata. Ascoltando l’altra persona si resta del tutto passivi e anche completamente insoddisfatti.

Ovviamente, il tutto come se la relazione precedente non fosse mai nata a partire da un sentimento d’amore. Come se le relazioni tra quelle due persone fossero sempre rimaste in una specie di limbo per due.

Da cosa nasce la crisi di coppia?

Alcuni affermano che, in realtà, si tratti semplicemente di uno stato che nasce dalla carenza d’amore e dalla mancata sazietà dei sentimenti. Concetto astratto, questo, specialmente se si pensa che il normale stato delle persone il cui amore sta per finire (oppure è finito del tutto), è dovuto proprio al fatto che non si è mai sazi.

Nel periodo della crisi la passione viene meno e insieme a quest’ultima anche tutto ciò che la caratterizzava. Il corteggiamento? Beh, solo un lontano ricordo per tutti coloro che vorrebbero, appunto, vivere di ricordi. E poi, magari, c’è anche una terza persona che ci ha messo del suo in questo tipo di relazione. Bisogna anche capire lo stato sentimentale di una persona che non è più contenta di come stanno andando le cose.

La mancata sazietà, poi, ci spinge anche a cercarlo altro. Ci spinge a cercare qualcuno che sia in grado di saziarci meglio di come il nostro partner faccia. Ed è logico: quando tutto va bene, non cerchiamo altro.

Oltre alle incomprensioni e alla ricerca di un altro partner, vi sono anche altri segnali a cui bisogna prestare attenzione. Per esempio, la mancata cortesia da parte di uno dei due. Se all’inizio, quando era tutto rose e fiori, si cercava di prestare la massima attenzione possibile anche ai dettagli più piccoli e per certi versi meno significativi, con il trascorrere del tempo il tutto è finito. Non vi sono più quelle cortesie a cui ci si era abituati.

I rischi del prendere la situazione sottogamba

I rischi sono molteplici.

A parte il fatto che la qualità della vita si basa su quella delle relazioni, credere che la crisi possa “fermarsi ad una certa soglia” o “esistere e basta” è profondamente sbagliato.

La crisi di coppia, infatti, sconfina col tempo nell’apatia e nella frustrazione, mettendo radici in ogni ambito della vita.

Inoltre, il rischio che una terza persona possa insinuarsi, approfittando della crepa, è alto. E a quel punto la crisi coinvolge ogni membro della famiglia.

La mancata attenzione per le cose che prima sembravano evidenti, quasi banali, è senz’altro uno di quei segnali che non si possono proprio tralasciare. Spesso si tende a essere molto perfezionisti, quasi come se fossimo diversi dalla persona che abbiamo vicino… quasi come se a tutti gli effetti fossimo migliori.

Perché il Metodo Amore Vero può aiutarti

La mediazione e la conoscenza diplomatica della cosa serve senz’altro e dà alle relazioni interpersonali quella flessibilità che, spesso e volentieri, serve proprio per amare senza volere niente in cambio. Probabilmente proprio questo rappresenta il segreto delle relazioni durature.

Questo non significa accontentarsi: piuttosto vuol dire cercare di comprendere in maniera differente dal solito. Si tratta di una nostra scelta piuttosto che di un obbligo imposto dall’esterno: siamo noi stessi a volere qualcosa e non perché ci viene chiesto.

Il Metodo Amore Vero può aiutarti a fare chiarezza dentro di te attraverso un percorso specifico che ti permette di rielaborare le tue emozioni con serenità e riprendere contatto con te stessa e lucidità. Lo fa attraverso corsi, seminari, oppure percorsi individuali e/o di coppia.

Chiedimi informazioni alla sezione contatti.

Ci sono anche degli altri segnali che occorre considerare. In particolare è quando ci accorgiamo di vivere due esistenze del tutto separate, di cui una a casa e una al lavoro. Oppure quando siamo troppo gelosi e togliamo al nostro partner i suoi spazi. Bisogna ricordarsi che lasciare i dovuti spazi al proprio partner è fondamentale.

Difatti, non vi è alcun motivo di rinunciare ai vari hobby, come la palestra, lo yoga e così via. Per stare bene insieme, bisogna riuscire a stare bene anche da separati. Inoltre viene a mancare la tipica visione in comune di molte cose.

Restare con un partner con il quale non condividiamo più niente significa volersi procurare molto dolore e tanta sofferenza. A questo si aggiunge un altro sintomo tipico di questo stato: trascorrere delle giornate speciali come se fossero dei giorni di routine quotidiana senza nulla di bello.

Per migliorare la relazione con te stesso/a e col partner accedi ora alla Guida Metodo Amore Vero in regalo cliccando qui.

Leggila ma soprattutto mettila in pratica se vuoi davvero cambiare in meglio la tua vita.

Marco

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Accedi gratis alla Guida Metodo Amore Vero

Adesso puoi fare il primo passo verso l'Amore Vero che hai sempre desiderato.

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Pagamento con Bonifico Bancario

Inserisci la tua email per ricevere i dati bancari e le istruzioni per effettuare il pagamento tramite bonifico

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco